Search

Interdipendenza positiva: un legame di autonomia

alleanza2L'interdipendenza positiva nel Cooperative Learning è attentamente strutturata. Si creano così legami virtuosi nella classe, favorendo in essa il buon clima.

 

"Nel cooperative learning è fondamentale l'attenzione nella strutturazione dell'interdipendenza positiva" (Johnson, Johnson, Holubec, 1993). Quando l'interdipendenza positiva è strutturata e compresa con chiarezza, gli studenti dei gruppi sentono che essi e il loro lavoro sono collegati allo scopo di aumentare il reciproco benessere, che lo sforzo di ciascun membro del gruppo sarà unico e che solo gli sforzi originali di tutti i membri contribuiranno al successo.
Interdipendenza positiva è il termine che si riferisce all'attitudine a pensare il gruppo come una squadra in cui il destino di ogni membro è interconnesso e il successo di uno è legato al successo degli altri.
Interdipendenza significa che tutti partecipanti beneficiano dei risultati degli altri e che sono feriti dai loro fallimenti. Questo approccio è in completa contraddizione con la teoria dei "giochi a somma zero", o con la teoria della disposizione normale dei risultati in un gruppo e afferma che quando tutti gli studenti imparano di più, l'ambiente migliora per tutti compresi i più brillanti che possono imparare il massimo.
Il mondo reale ci mette in relazione con gli altri in ogni momento e se la vita scolastica non sviluppa esplicitamente un senso di interdipendenza nei giovani essi saranno scioccati nell'inserimento e nel mondo del lavoro. Insegnare ai giovani a farlo da soli è mandare loro falsi messaggi. Proprio come l'intera classe può trarre profitto dalla domanda di uno studente, gli studenti hanno bisogno di capire che non beneficeranno dalla competizione per avere le risposte giuste ma dal condividere il loro sapere di base.
L'interdipendenza positiva può assumere molte forme e può essere strutturata n modo forte o debole.
Per esempio un modo in cui l'interdipendenza positiva è strutturata in maniera forte può coinvolgere quattro studenti affinché essi studino insieme e successivamente uno di loro scelto a caso dall'insegnante per fare il test per la verifica. Un'altra forma forte è una sessione in cui si usa il metodo dell'intervista attraverso la quale entrambi i membri di una coppia devono essere attivi altrimenti non possono riuscire. Forte è anche la tecnica del jigsaw, in cui il contenuto è diviso tra i componenti in parti con ciascun membro responsabile di conoscere e d insegnare agli altri la sua parte.
Forme deboli impegnano la squadra a costruire una mappa per la quale ogni membro ha dato un contributo. Un'altra forma debole di interdipendenza è quella in cui quattro studenti studiano insieme, ricevono un bonus se tutti e quattro raggiungono criteri standard su test individuali. Sebbene possa assumere diverse modalità, l'interdipendenza è una necessità per usare con successo l'apprendimento cooperativo.