Search

Interazione promozionale faccia a faccia

coorperative-learningAttraverso spazi che permettono la circolarità della comunicazione, nella classe gli studenti sono in interazione costante, aumentando la possibilità di osservare ed essere osservati nello svolgimento delle attività.

 

L'interazione promozionale faccia a faccia definisce e raccoglie tutti quei comportamenti di incoraggiamento, facilitazione, sostegno reciproco che permettono di completare il proprio compito in vista di un obiettivo comune. Nell'interazione promozionale faccia a faccia teniamo presenti due dimensioni: l'interazione faccia a faccia, cioè l'attenzione alla strutturazione del contesto comunicativo e lo sviluppo di atteggiamenti di promozione reciproca, cioè l'utilizzo di slogan, strutture e revisioni che facilitino l'espressione di comportamenti prosociali.
La dimensione dell'attenzione al contesto comunicativo parte dal presupposto osservato in particolar modo da Cohen e colleghi (1984; 1986; 1990) che la comunicazione non verbale incide pesantemente nelle relazioni di esclusione o di rifiuto degli alunni meno amati dalla classe.
Al fine di realizzare un contesto comunicativo che faciliti l'interazione promozionale, l'insegnante quindi, pianifica l'ambiente fisico affinché gli studenti si guardino negli occhi, possano vedere i materiali insieme, usare un tono di voce basso ed inoltre affinché egli stesso possa muoversi facilmente per intervenire nei gruppi ed osservare le relazioni che si sviluppano.
Un altro focus cui l'insegnante fa riferimento, è la composizione dei gruppi, sia dal punto di vista quantitativo (2, 3 o 4) che qualitativo (eterogeneità rispetto alle abilità cognitive e sociali e alle caratteristiche di sesso e di status).
La dimensione promozionale dell'interazione invece è caratterizzata da: offerta all'altro di aiuto e assistenza effettiva ed efficace; scambio di risorse necessarie come informazioni, materiali ed elaborazioni dell'informazione; disponibilità reciproca di feedback per migliorare la responsabilità e le prestazione nei compiti successivi; stimolazione reciproca alla partecipazione e al coinvolgimento personale per raggiungere gli scopi comuni; avvio di azioni volte a dare e ottenere reciprocamente la fiducia.